Effemme Grafica Serigrafia | Etichette e cartellini per abbigliamento, etichette in tessuto, cartellini stampati flock, stampa braille, stampa termoplastica, stampa a solvente.

CARTELLINI CON STAMPA RIGONFIANTE

La stampa rigonfiante, è un tipo di tecnica normalmente utilizzata sul tessuto, trova però con le dovute correzioni, un certo utilizzo nel settore del cartellino o dell’editoria per il suo aspetto sabbioso (soffice) e per il suo spessore.
ART.06 Particolare di un cartellino realizzato su Withe da 430g con stampa in gonfiante termoplastico grigio. Impianto stampa a 43 fili
ART.07 Particolare di un cartellino realizzato su usomano bianco stampato in litografia con finitura in gonfiante termoplastico. Impianto stampa a 43 fili spessorato (buona tenuta al graffio).
ART.08 Particolare di un cartellino realizzato su Constellation Sade da 430g con stampa in gonfiante termoplastico. Impianto stampa a 77 fili.

RICHIEDI PREVENTIVO

CARTELLINI STAMPATI CON METODO "FLOCK"

Il FLOCK esiste in diversi materiali,i più utilizzati sono Viscosa, Poliestere, Poliamide e in diverse altezze 2mm - 1mm - 0.5 mm - 0.3mm.
A seconda del risultato che si vuole raggiungere si utilizzano i flock più adatti.  In ogni tipo di cartella esistono diverse tinte base, comunque per ottenere tonalità particolari, si possono miscelare differenti tinte di flock.
ART.01 Il flock può essere utilizzato anche nell’editoria (copertina realizzata su cartoncino blu navy plastificato lucido con flock 1 mm) o nella presentazione di collezioni di moda (copertina stampata in lito con finitura in flock da 1 mm a pantone).
ART.02 Cartellini realizzati su cartoncino o tessuto con flock da 1 mm a pantone
ART.03 Cartellino realizzato su cartone avana avana da gr. 300 stampato con due colori a solvente più flock da 1 mm a pantone.
ART.04 Cartellino realizzato su carta patinata opaca con stampa litografica, rifinito con una floccatura leggera da 0.3 mm che lascia intravedere l’immagine. Così il gomitolo non solo lo si può vedere, ma anche sentire.

RICHIEDI PREVENTIVO

CARTELLINI STAMPATI CON METODO "BRAILLE"

E’ una tecnica (stampa serigrafica Braille) utilizzata inizialmente per confezioni adatte alla lettura dei non vedenti, da qui la definizione, ha trovato però largo impiego nella stampa di manufatti per il suo particolare aspetto visivo e tattile.
ART.09 - 10/10 bis Particolari di cartellini realizzati con stampa in Braille. In entrambi i casi l’inchiostro a rilievo è pigmentato, i particolari sono finissimi. Impianti stampa realizzati a 77 fili.
ART.12/12 bis Particolare di cartellino realizzato in Braille pigmentato marrone su Sirio Bruno da 290g. Il rilievo è ottenuto con un solo passaggio di stampa. Impianto stampa realizzato a 55 fili.
ART.13 Particolare di cartellino realizzato in litografia con finitura spessorata estremamente lucida.
ART.14 Particolare realizzato su carta Patinata Lucida da 500g stampata con inchiostro grigio UV. pigmentato
Impianto stampa realizzato a 120 fili spessorato.
ART.15 Cartellino realizzato su carta patinata opaca con stampa litografica, rifinito con una vernice lucida di sovrastampa che mette in evidenza i colori, creando un gradevole contrasto con la carta.
ART.16 Cartellino realizzato su carta patinata opaca con stampa litografica, rifinito con una vernice texturizzante (rugosa). L’effetto e opaco antiriflesso,ma soprattutto estremamente tattile.

RICHIEDI PREVENTIVO

CARTELLINI STAMPATI CON INCHIOSTRO A SOLVENTE

Quando si vogliono stampare materiali estremamente scuri ed assorbenti, diventa difficile far coincidere compattezza e vivacità cromatica con precisione dei dettagli. Il tutto si ottiene bilanciando correttamente impianto stampa, tipologia dell’inchiostro ed uso mirato degli attrezzi per la stampa.
ART.03 Particolare di un cartellino realizzato su Sirio Dark Blue da 490g, stampato con inchiostro opaco a base solvente con impianto stampa a 77 fili.
ART.04 Particolare di un cartellino realizzato su Sirio Balck Black da 700g con stampa beige a base solvente estremamente coprente. Impianto stampa a 77 fili.
(da notare la compattezza delle zone piene e la precisione dei particolari fini).
ART.05 Particolare di un cartellino, plastificato argento a specchio. Stampa realizzata con inchiostri opachi per polipropilene.

RICHIEDI PREVENTIVO

ETICHETTE IN TESSUTO CON INCHIOSTRI TERMOPLASTICI

L’inchiostro termoplastico ha diverse peculiarità, consente ad esempio di stampare particolari molto fini senza chiudere il retino (screen printing) o zone molto vaste in modo estremamente coprente. Si possono realizzare grafiche retinate anche con tessuti a 150 fili oppure rilievi importanti anche a 24 fili con telai spessorati. Rimane comunque un inchiostro tessile con temperature di polimerizzazione prossime a 150 gradi.
ART.17 Particolare di etichetta realizzata su tessuto stampato con inchiostro termoplastico opaco. Impianto stampa realizzato a 43 fili.
ART.18 Particolari di etichetta su tessuto con antisfilo sul retro. Stampa termoplastica leggermente spessorata. Impianto stampa realizzato a 43 fili.
ART.19 Particolare di etichetta realizzata su tessuto stampato a 2 colori termoplastici. Impianti stampa realizzati a 55 fili spessorati.

RICHIEDI PREVENTIVO